Comunicato stampa Forum Beta sulla legge riguardante il Consumo di Suolo

E’ stato approvato alla Camera il ddl “Contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato” dal titolo pieno di promesse e di speranze che l’articolato ignobilmente tradisce.

In un momento di così grave emergenza ambientale, che ha nel consumo di suolo una  delle cause principali, il Parlamento non pone nessun freno all’abnorme fenomeno che ha devastato il nostro Paese che consuma quasi il doppio di suolo della media europea, ma approva un testo che favorisce l’ulteriore cementificazione del territorio, l’impermeabilizzazione dei terreni saturando gli spazi liberi nei centri abitati    

Dopo aver devastato le aree agricole, la speculazione e la rendita, non trovando più remunerativi gli interventi nelle aree periferiche, si apprestano, con il valido aiuto di questa legge, a devastare le città riducendole ad un ammasso di cemento, senza respiro e senza spazi di relazione preziosi dal punto di vista ecologico e sociale

L’obiettivo della Legge è la cementificazione delle aree libere nei centri urbanizzati,  necessarie per la salute e il benessere dei cittadini e per i grandi affari di speculatori e immobiliaristi a cui la Legge si piega

Come se non bastasse, al danno si aggiunge la beffa: il suolo urbano cementificato non entra nel conteggio del consumo di suolo.

E’ stato intenzionalmente deformata la definizione originaria del ddl 2039 che nel calcolo del suolo consumato inseriva tutti i suoli impermeabilizzati.

Il Testo approvato, fornisce una definizione deviante di consumo di suolo, stimola la distruzione delle città, non rispetta i tessuti edificati anche di pregio, riduce i costi di costruzione nelle operazioni a più alto tasso speculativo, non tutela gli edifici rurali di valore paesaggistico- ambientale, testimoni della civiltà contadina.

La Legge non pone alcun limite al consumo di suolo, ma rimanda a procedimenti farraginosi la sua lontana applicazione

Sinistra italiana denuncia con forza questa Legge/misfatto che spalanca le porte alla speculazione e alla rendita, frutto di incultura urbana, insensibilità ambientale, asservimento agli intramontabili poteri della speculazione edilizia, che in fase di crisi ha bisogno di una Legge che consenta e favorisca l’assalto alle città, apra le porte all’occupazione dei vuoti urbani, luoghi della vita collettiva;

denuncia l’irresponsabilità di un agire piegato ai potenti affari del cemento che  danneggiano la salute dei cittadini, la bellezza del paesaggio naturale e urbano, creando danni irreparabili per favorire poteri non sempre caratterizzati da trasparenza e legalità.

 

 

Settima assemblea nazionale Forum Beta – Orvieto, sabato 14 maggio 2016

 

 

7° assemblea Forum BetaSabato 14 maggio ad Orvieto si terrà la settima assemblea nazionale del Forum Beta.

Sarà l’occasione per confrontarci sulle tematiche ambientali più sensibili che seguiamo da anni e per proporre nuove strategie virtuose.

Vi aspettiamo a partire dalle 11,30 nella Sala del Governatore, Palazzo dei Sette, Corso Cavour n. 87.

 

I cambiamenti climatici secondo l’IPCC: “Tutto un altro clima” Roma -10 maggio 2014

Un contributo del coordinamento nazionale SEL BETA
Cosa è l’IPCC e come lavora
L’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change, il comitato intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico)è il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici.
È stato istituito nel 1988 dalla World Meteorological Organization (WMO)e dall’United Nations Environment Program (UNEP)per fornire ai governi del mondo una chiara
visione scientifica dello stato attuale delle conoscenze sul cambiamento climatico, sui suoi potenziali impatti ambientali e socio-economici e sulle azioni per mitigarli.
L’IPCC è un organismo scientifico che passa in rassegna e valuta le più recenti informazioni scientifiche, tecniche e socio-economiche prodotte a livello mondiale per la comprensione dei cambiamenti climatici. L’IPCC non svolge attività di ricerca né di controllo dei dati o dei parametri climatici. (continua…)

Dieci punti programmatici qualificanti la campagna elettorale di SEL per le elezioni amministrative 2014, in materia di ambiente e territorio

Il 25 maggio noi votiamo Tsipras e un’altra idea di Europa. Sinistra Ecologia Libertà è presente con propri candidati anche in molte elezioni amministrative e le competenze primarie dei Comuni riguardano l’urbanistica e il governo del territorio. SEL considera prioritari i temi ambientali anche per la campagna elettorale 2014: pubblicità della gestione dell’acqua, politiche verso i rifiuti zero, tutela e incremento del verde, efficienza energetica degli edifici, rigenerazione ecologica delle città attraverso progetti finalizzati alla riduzione degli inquinamenti (acustico, atmosferico, elettromagnetico) e dei disagi sociali, all’incremento di edilizia pubblica, alla tutela paesistica, alla mitigazione climatica, alla valorizzazione dei beni storici. C’è una questione che va anteposta a tutte: la legalità, la trasparenza degli atti amministrativi, la partecipazione dei cittadini, la gestione delle gare e degli appalti pubblici con strumenti che ne potenzino le garanzie. Sintetizziamo le nostre proposte in 10 punti.

1 – Consumo zero di suolo e riconversione ecologica delle città.

Nelle elezioni amministrative, le proposte di SEL devono essere orientate verso principi di ecologia urbana (continua…)

Quinta Assemblea Nazionale FORUM BETA: Roma 12 aprile 2014. Piano di Lavoro del Forum

QUINTA ASSEMBLEA NAZIONALE FORUM SEL BETA – ROMA 12 aprile 2014, 10.30/16.00. Nuova Sede Sel, Via Arenula 29

Verso le elezioni europee e amministrative

Verso la conferenza nazionale organizzativa di SEL

Il contributo del FORUM SEL BETA – Beni comuni e territorio

Dopo il primo congresso nazionale SEL di Firenze dell’ottobre 2010, si sono costituiti alcuni forum tematici tra cui il “Forum Sel BETA” (beni comuni, energia, territorio, acqua), l’unico che era parzialmente già attivo nella fase fondativa di SEL.

Gli obiettivi dei forum erano di approfondimento culturale e di autonoma proposta programmatica, in stretta connessione con gli organismi di direzione politica, di rappresentanza istituzionale e con gli altri forum di Sel. All’inizio i temi dei forum coprivano l’insieme dell’attività politico-programmatica di Sel, coordinati ognuno da quattro facilitatori.

Nel triennio 2011-2013 sono state organizzate quattro assemblee nazionali del forum Sel BETA: la prima il primo marzo 2011, poi il 12 novembre 2011 e il 30 giugno 2012. L’ultima, la quarta, si è svolta il 23 marzo 2013, poco dopo le elezioni politiche, con l’intento di presentare una piattaforma di azioni in materia di beni comuni e territorio per la nuova legislatura.

Alla fine del 2011 il forum Sel BETA si è meglio organizzato, superando la figura dei facilitatori, dandosi un coordinatore e un gruppo di coordinamento, pubblicando un sito web e una pagina su Facebook, affinando una programmazione dei propri lavori.

In questi tre anni i temi oggetto dell’attività del Forum Sel BETA sono stati: acqua, biodiversità, cambiamenti climatici, casa, città sostenibili, desertificazione, difesa del suolo, energia, infrastrutture, inquinamenti, mare, mobilità e trasporti, paesaggio, parchi, protezione civile, rifiuti, urbanistica e territorio, Agende 21.

(continua…)

FORUM SEL BETA 2014: VERSO IL SECONDO CONGRESSO NAZIONALE DI SEL

Dopo il primo congresso nazionale SEL di Firenze dell’ottobre 2010, si sono costituiti alcuni forum tematici tra cui il Forum BETA (beni comuni, energia, territorio, acqua), l’unico che era parzialmente già attivo nella fase fondativa di SEL.

Gli obiettivi dei forum erano di approfondimento culturale e autonoma proposta programmatica, in stretta connessione con gli organismi di direzione politica, di rappresentanza istituzionale e con gli altri forum di SEL. All’inizio i temi dei forum coprivano l’insieme dell’attività politico-programmatica di SEL ed erano coordinati ognuno da quattro facilitatori.

La prima assemblea del Forum Sel Beta si è svolta il 1 marzo 2011, la quarta e ultima il 23 marzo 2013, poco dopo le elezioni politiche, con l’intento di presentare una piattaforma di azioni in materia di beni comuni e territorio per la nuova legislatura.

Dopo una fase iniziale, alla fine del 2011 il Forum si è meglio organizzato, superando la figura dei facilitatori, dandosi un coordinatore, un coordinamento, un sito web e una programmazione dei lavori. Si sono organizzati laboratori ed elaborato documenti d’indirizzo politico. Seminari su vari temi sono stati organizzati a Roma, Siena, Padova, Pescasseroli, Genova, La Spezia, Bologna, Firenze. In questi tre anni i temi oggetto dell’attività del Forum Sel Beta sono stati: acqua, biodiversità, cambiamenti climatici, casa, città sostenibili, desertificazione, difesa del suolo, energia, infrastrutture, inquinamenti, mare, mobilità e trasporti, paesaggio, parchi, protezione civile, rifiuti, urbanistica e territorio, Agende 21.

Tra le attività più rilevanti  ricordiamo  l’impegno a favore dell’acqua pubblica e di contrarietà al nucleare in occasione dei referendum, la campagna nazionale Terra nostra per la messa in sicurezza e la cura del territorio dai rischi idraulici e geologici, una strategia per la gestione dei rifiuti, una politica di valorizzazione delle aree naturali protette e la elaborazione di una bozza di disegno di legge sul blocco al consumo di suolo e la riconversione ecologica delle città.

Tra i documenti prodotti ricordiamo i seguenti:

  1. Efficienza, risparmio, rinnovabilità: priorità di una svolta energetica italiana ed europea:
  2. L’acqua bene comune e diritto umano;
  3. Gestione rifiuti;
  4. Dopo Rio+20: sviluppo sostenibile, convenzioni ambientali globali;
  5. Città sostenibili e territorio;
  6. “Terra nostra”, cura e messa in sicurezza del territorio dai rischi alluvioni, frane, terremoti;
  7. Parchi ed aree naturali protette, parchi per curare la terra;
  8. Cammini euro mediterranei;
  9. Provvedimenti da avviare entro i primi 100 giorni della legislatura.

Il Forum Sel Beta ha poi elaborato alcuni emendamenti alla bozza di documento per il secondo congresso di Sel che sono stati accolti e assorbiti nel documento Vendola, discusso e votato nei congressi federali, in vista del congresso nazionale del 24-26 gennaio 2014 a Riccione. (continua…)

EMENDAMENTI AL DOCUMENTO VENDOLA (promossi dal Forum Sel Beta)

Sottoscrittori componenti coordinamento forum e assemblea nazionale:

Valerio Calzolaio, Paolo Cento, Grazia Francescato, Alessandro Zan, Filiberto Zaratti,

Firme ulteriori: Franco Caramanico, Gianni Melilla, Francesco Martone

E … … …

Pag. 7, dopo “… arretratezza, sottosviluppo, dipendenza.”

Emendamento integrativo

virgola, invece che punto: “, migrazioni forzate.

Le questioni ambientali sono ormai declinate anche in termini di pace, di diritti umani e di diritti alla sussistenza, alla sopravvivenza e all’autodeterminazione. Il dramma delle fughe da eventi meteorologici estremi e da disastri antropici, la pressione indiscriminata su risorse naturali strategiche e scarse rischiano di innescare una spirale di nuovi conflitti e guerre. Rifugiati e profughi (sinonimi), rifugiati politici (refugee) ed ecoprofughi non sono un’invenzione della modernità. Oggi occorre urgentemente compiere le scelte concrete, giuridiche e culturali, per garantire la libertà di partire ed emigrare e il diritto di restare nel proprio territorio, sanciti (entrambi) dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani, (continua…)

SALVIAMO LE CITTA’: verso la conferenza nazionale ecologista – Venerdì 27 SETTEMBRE 2013, BOLOGNA

Coordinamento Nazionale SEL, Coordinamento Forum SEL BETA, gruppi parlamentari SEL, SEL Bologna e Regione Emilia Romagna, gruppo consiliare Amelia per Bologna con Vendola.

SALVIAMO LE CITTA’ verso la conferenza nazionale ecologista

Venerdì 27 SETTEMBRE 2013

BOLOGNA

Una giornata articolata su due eventi promossa da SEL sul tema dell’emergenza città, consumo di suolo, rigenerazione urbana, città sostenibili come beni comuni osservato dal punto di vista locale, nazionale, europeo e rivolta ad amministratori, aderenti, cittadini, elettori del centro sinistra e di SEL in previsione anche della Conferenza Ecologista di SEL del 26.10.2013, dei congressi di autunno, delle elezioni amministrative e di quelle europee del 2014.

Il centro delle riflessioni della giornata sarà la proposta di costruzione di una nuova legge sulla “Riconversione ecologica delle città e il consumo di suolo”.

Sarà anche occasione straordinaria di confronto e per esprimere le posizioni originali e forti di SEL su questi temi, coerenti con i propri ideali, valori, principi fondativi.